La sera del 25 Luglio saremo lieti di ospitare Enrico Rosso, guida alpina di Biella, che ci parlerà di mete e storie Himalayane...

"DUE STAGIONI PER IL PILASTRO SUD DEL NUPTSE" 
l'Himalaya in Stile Alpino

La storia dei tentativi alla cima est Monte Nuptse (Himalaya Centrale - gruppo dell'Everest) attraverso il Pilastro sud che, per 15 anni, concentrò l'attenzione dell'alpinismo internazionale

Nuptse4

BREVE DESCRIZIONE DELLE SPEDIZIONI MONTE NUPTSE

PILASTRO SUD ( KAMU PEAK ) MT.6909 HIMALAYA NEPALESE – GRUPPO EVEREST/LHOTSE

 

COMPONENTI DEL GRUPPO DI SPEDIZIONE 1987:

ENRICO ROSSO 26 ANNI, GUIDA ALPINA (BIELLA)

FABRIZIO MANONI 24 ANNI, GUIDA ALPINA (VAL D’OSSOLA)

COMPONENTI DEL GRUPPO DI SPEDIZIONE 1989:

ENRICO ROSSO 28 ANNI, GUIDA ALPINA (BIELLA)

KURT WALDE 27 ANNI, GUIDA ALPINA (BRUNICO)

 

Nuptse3

Dopo i due primi tentativi del 1986, da parte degli americani: Jeff Lowe e Marc Twight, il Pilastro Sud del Nuptse, con i suoi 1600m di sviluppo e la cima a 6919m, posto nell’Himalaya Nepalese, nel Gruppo dell’Everest, diventò uno degli obbiettivi Himalayani di primo piano. Con Fabrizio Manoni, guida alpina della Val d’Ossola e mio compagno nella scalata del Monte Shivling, decisi di tentare il Nuptse nell’autunno del 1987.

Partimmo il 29 Agosto 1987 e piazzammo il campo base il 16 Settembre sul giacciaio Nuptse-Lothse. Ad un primo sguardo le condizioni della montagna si rivelano proibitive, enormi quantità di neve instabile caduta durante un anno di tempo pessimo, la ricoprivano.

Il periodo compreso tra il 17 Settembre e il 1 Ottobre venne dedicato all'acclimatazione, con alcune ricognizioni per valutare possibili via di discesa sulla parete nord del Nuptse oppure sulla cresta sud-est lungo la via anglo nepalese.

Nel corso di due ricognizioni alla base del nostro obbiettivo costituimmo un deposito avanzato con il materiale necessario per la progressione ( 5300 mt.). Dopo esserci riposati al campo base per tre giorni, iniziammo la scalata con zaini da 30 kg e un'autonomia di nove giorni.  In sei giorni di scalata, con tempo instabile, forti difficoltà tecniche sia in roccia che su ghiaccio e neve e scarsa possibilità di assicurazione raggiungemmo la "Diamond Tower", pilastro granitico così battezzato da Jeff Lowe e considerato il “passaggio chiave” del Pilastro. A questo punto il tempo peggiorò ulteriormente e fu chiaro che l’unica opzione era scendere. Avevamo superato di una lunghezza di corda il punto massimo precedentemente raggiunto dagli americani ed eravamo sicuri di potercela fare. Pensammo subito che non era un addio al Nuptse, ma un arrivederci.

Nuptse2

Ritornai al Nuptse nella primavera del 1989 con Kurt Walde: Guida Alpina di Brunico. La montagna ed il tempo atmosferico erano in condizioni ideali. Al campo base fummo raggiunti da un gruppo canadese (Peter Arbil e Jim Elsinger), con il quale decidemmo di collaborare. Avremmo costituito due cordate collegate tra loro, le cordate si sarebbero alternate in testa al gruppo e così gli scalatori nell'ambito della cordata: questo per ottimizzare l'uso delle forze a disposizione.  la scalata ci impegnò duramente per 7 giorni con difficoltà fino al 7°.  Il settimo giorno raggiungemmo, in stile alpino,la cima inviolata del Pilastro Sud a 6919 m. in mezzo ad una bufera. La fortuna ci fece trovare riparo in una caverna di ghiaccio formatasi sotto la cima del pilastro dove per tutto il giorno seguente aspettammo un miglioramento. La mattina del nono giorno Kurt ed io decidemmo di scendere: cibo e gas erano terminati, non potevamo più bere e le nostre condizioni fisiche si stavano rapidamente deteriorando. La discesa si svolse arrampicando a ritroso lungo i pendii e la cresta della via anglo-nepalese, era infatti rimasta un'unica corda e poco materiale tecnico a disposizione con la conseguente impossibilità di attrezzare corde doppie. Con un'ultimo bivacco, il decimo giorno, raggiungemmo i compagni al campo base il giorno seguente, poche ore dopo giungevano anche i canadesi.

La via inizia a 5300 m e con 1600 m di sviluppo raggiunge la cima del pilastro sud del Nuptse a 6919 m.

 

Vi aspettiamo numerosi al rifugio per questa serata di immagini,  alpinismo, emozioni, ...